I Princìpi dottrinari

Il Profeta Muhammed

Il Sacro Corano

I 99 nomi di Allah

I detti del Profeta

La moschea

La preghiera

Il Pellegrinaggio

Segreti del digiuno

Per le donne

Orario preghiere

Mappa del sito

 

"La mia misericordia sovrasta la mia ira"

GrandSheikh (Q.s.), parlando del risultato finale delle nostre azioni (Aqîba) e del modo in cui Allah le giudica, ci indicò le parole di Allah:

"La Mia misericordia sovrasta la Mia ira"

e disse: "Per me questa è la migliore notizia, perché mi dà speranza per la mia salvezza dall’inferno sapere che la misericordia di Allah Onnipotente verrà e coprirà ogni cosa nel Giorno del Giudizio." Il Perdono Divino coprirà così tante persone quel giorno; il Profeta (s.A.'a.s.) disse che persino Shaitân cercherà il perdono, sperando che possa giungere sino a lui, ma più di così il Profeta (s.A.'a.s.) non ha detto. GrandSheikh (Q.s.) disse che nessuna delle azioni dei servitori di Allah Onnipotente saranno un peso sopra di Lui: non pensate nemmeno che ciò possa essere.

Ora ascoltate attentamente la seguente descrizione che è registrata nelle Sacre Scritture: nel Giorno del Giudizio Allah Onnipotente ordinerà di portare una persona all’inferno e gli angeli lo prenderanno e cominceranno a trascinarlo nel fuoco. Quando questi realizzerà cosa gli sta realmente accadendo, si rivolgerà al suo Signore e dirà: "O mio Signore, non ho mai pensato che Tu mi avresti realmente messo nel fuoco dell’inferno." Allah allora ordinerà: "Portatelo indietro." Era una persona così malvagia, fece così tante azioni orribili e ascoltò sempre gli ordini del suo più basso ego, ma non perse mai la speranza della Misericordia Divina e che Lui l’avrebbe protetto dall’Inferno. Possiamo essere onorati di essere i servitori del nostro Signore anche se non siamo tra i più obbedienti. Orgogliosi che Egli è un Signore così Misericordioso che proteggerà così tanti dalle fauci dell’Inferno e li metterà in Paradiso. Il mio GrandSheikh (Q.s.) diceva che ci sono differenti stazioni per ciascuna persona in Paradiso che Allah ha dato senza che mai ne fosse stato richiesto. Questo è il Suo favore e la Sua concessione verso i Suoi servitori che Egli ha comunicato attraverso i Suoi Profeti. Quando il nostro GrandSheikh (Q.s.) disse che anche i servitori disobbedienti alla fine raggiungeranno la Misericordia di Allah Onnipotente, prontamente portò la nostra attenzione al seguente punto: "O, mio figliolo, sto dicendo che con la infinita Misericordia di Allah tutti alla fine potrebbero entrare in Paradiso. Simili considerazioni riguardano comunque la gente comune e noi cerchiamo di non stare a quel livello. Noi cerchiamo la stazione più alta, il più grande piacere e il più alto grado per i suoi servitori: la stazione di Riduan-Allahu-Akbar (stazione del più completo soddisfacimento Divino). Di questi suoi servitori il nostro Signore sarà assolutamente soddisfatto ed essi a loro volta saranno assolutamente soddisfatti del loro Signore. E qui c’è la risposta ad una domanda che potrebbe chiedersi chiunque stia lottando duramente nella via di Allah obbedendo ai suoi comandamenti: "Perché dovremmo compiere così grandi sforzi per compiacere Allah se c’è una buona speranza che ci perdoni comunque?" La risposta è: "I gradi nella Presenza Divina di coloro che hanno compiuto sforzi devono essere differenti da quelli di coloro che si sono compiaciuti di questa vita. GrandSheikh (Q.s.) diceva, citando il Sacro Corano che ci sono due Paradisi: uno di essi è il vero Paradiso, e l’altro non è che l’ombra o la copia di esso. Allah Onnipotente darà ai suoi servitori a seconda dei loro desideri e preferenze in questa vita. A coloro che hanno goduto dei piaceri di questa vita e li ha preferiti all’amore del Signore, cercando sempre soddisfazione dalle cose mondane e dando all’amore di Allah un secondo posto nella sua vita, Allah darà loro ciò che hanno amato di più, un Paradiso pieno di piaceri: splendidi giardini, lussuosi castelli e amabili giovani vergini (Huri). Tutti questi doni saranno di una bellezza inimmaginabile, incomparabile ad ogni bellezza terrena. Ma il Paradiso originale nella Presenza Divina e la più alta stazione, la Stazione della Veridicità (Maqâm as-Sidq) è completamente diversa da quel Paradiso ombra. Il Profeta (s.A.'a.s.) disse che in quel Paradiso non ci sono palazzi, né giardini, né huri. Al loro posto il più sfolgorante Compiacimento Divino. Nel primo Paradiso, il Paradiso ombra, i suoi abitanti ammireranno il compiacimento Divino una volta alla settimana, nel tempo in cui ora preghiamo as-Salâtu-l-Juma’a (la settimanale preghiera congregazionale). Quando guarderanno al Suo Volto dimenticheranno ogni altra cosa, rimanendo così in contemplazione fino a che i veli della Magnificenza Divina non verranno nuovamente abbassati ed essi ritorneranno a loro stessi. Ammirando il compiacimento Divino essi saranno rapiti e non saranno più in sé, ma quando i veli della Magnificenza Divina vengono abbassati, gli abitanti di quel Paradiso tornano in sé continuando a godere dei Piaceri Paradisiaci più che mai, ogni cosa apparirà nuova e ancora più piena di luce. Ma per coloro che hanno lavorato in questa vita per il Suo compiacimento, Allah li porterà a Sé nella Sua Presenza Divina senza mai allontanarli. Questo è il vero Paradiso. Il nostro GrandSheikh (Q.s.) diceva che per essere alla Presenza Divina anche per un solo secondo egli darebbe tutti gli otto Paradisi, tanto vale un’esperienza simile. In generale, la gente che ora vive su questa terra, ama questa vita più di quanto ama l’adorazione del Signore per la quale compie solo minimi sforzi. Nei loro cuori questa vita assume il primo posto e Dio il secondo; nella vita futura essi riceveranno in conformità alle loro preferenze terrene. Gli abitanti di entrambi i Paradisi saranno perfettamente compiaciuti del loro Signore; chi sarà nella Presenza Divina sarà soddisfatto e anche gli abitanti dei Giardini saranno soddisfatti. Tutti saranno soddisfatti. Ora, siete liberi di scegliere: se preferite i piaceri fisici troverete quello che desiderate, ma se, in questa vita, avete coltivato nel vostro cuore amore per il Signore, allora nella vita futura troverete la Sua Presenza. Per ciascun gruppo ci saranno eterni miglioramenti. Ognuno riceverà sempre più all’interno delle rispettive stazioni. Allah Onnipotente concederà loro doni sempre più grandi in corrispondenza dei loro livelli. Per esempio, un bambino non si diverte in compagnia di adulti, cercherà piuttosto la compagnia di altri bambini, così come gli adulti non sono soddisfatti in mezzo ai bambini. E così nella vita futura ognuno fiorirà sul proprio ramo e non guarderà alla propria posizione come fosse mancante di qualcosa: non ci sarà alcuna invidia da parte degli abitanti del Paradiso inferiore rispetto a quello dei Reami più Alti, poiché la loro soddisfazione nei favori del loro Signore sarà completa.


Tratto dal libro "Oceani d'Amore"

 


Il Sacro Corano | Il Profeta | Discorsi | Ascolta lo dhikr | Bibliografia | Link
Foto | Appuntamenti | Download | La preghiera |I segni dell'Ora |