Sura LXII

Al-Jumu'a

(Il Venerdì)

Post-Eg. N°110. Di 11 versetti Il nome della sura deriva dal versetto 9.

In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

a1 Glorifica Allah ciò che è nei cieli e sulla terra, il Re, il Santo, l'Eccelso, il Saggio. 

2 Egli è Colui che ha inviato tra gli illetterati un Messaggero della loro gente, che recita i Suoi versetti, li purifica e insegna loro il Libro e la Saggezza, anche se in precedenza erano in errore evidente,  

3 e ad altri che ancora non li hanno raggiunti [nella fede].  Egli è l'Eccelso, il Saggio. 

4 Questa è la Grazia di Allah, Egli la concede a chi vuole.  Allah è il Detentore della Grazia immensa. 

5 Coloro cui fu affidata la Torâh e che non la osservarono, assomigliano  all'asino che porta i libri. Quanto è detestabile la similitudine di coloro che tacciano di menzogna i segni di Allah: Allah non guida gli ingiusti. 

6 Di': « O voi che praticate il giudaismo, se pretendete di essere gli alleati di Allah, ad esclusione degli altri uomini , auguratevi la morte, se siete  veritieri».  

7 Giammai se lo augureranno, a causa di quel che hanno commesso le loro mani. Allah ben conosce gli empi.  

8 Di' [loro, o Muhammad]: « Invero, la morte che fuggite vi verrà incontro, quindi sarete ricondotti a Colui che conosce l'invisibile e il palese,  e vi informerà a proposito di quel che avrete fatto. 

9 O credenti, quando viene fatto l'annuncio per l'orazione del Venerdì ,  accorrete al ricordo di Allah e lasciate ogni traffico.  Ciò è meglio per voi, se lo sapeste.  

10 Quando poi l'orazione è conclusa, spargetevi sulla terra in cerca della grazia di Allah, e molto ricordate Allah, affinché possiate avere successo. 

11 Quando vedono un commercio o un divertimento, si precipitano e ti lasciano ritto . Di': « Quel che è presso Allah, è migliore del divertimento e del commercio e Allah è il Migliore dei sostentatori».